Giù la Maschera, si sale in pedana come nella vita

Inclusione sociale per bambini/ragazzi affetti da autismo attraverso la partecipazione ai corsi di scherma

Di cosa si tratta

L’Accademia Scherma Spoleto propone un  progetto di inclusione sociale per bambini/ragazzi affetti da autismo attraverso la partecipazione ai corsi di scherma programmati dalla stessa associazione. La finalità non è quella di superare la diversità, ma di rispettarla creando luoghi che accolgono e riducano le limitazioni alla partecipazione correlata alla disabilità.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Garantire ai bambini e ai ragazzi con disabilità il diritto allo sport.
  • Concretizzare il valore dello sport come luogo e momento di socializzazione, integrazione e crescita delle competenze dei ragazzi disabili e vivere l’esperienza sportiva in una logica di inclusione, di uguaglianza e di pari opportunità
  • far familiarizzare ragazzi affetti da problemi neuro-cognitivi (soprattutto appartenenti alla sfera autistica) con uno sport in cui le regole e le capacità decisionali individuali in base al comportamento dell’avversario sono alla base dell’attività.

Inoltre è dimostrato che la pratica nella scherma nell’autismo permette di:

  • sviluppare il sistema attentivo e migliorare le abilità cognitive e neuropsicologiche
  • aumentare la qualità degli spazi relazionali condivisi
  • consolidare l’autostima quando il colpo va a segno,
  •  insegnare una buona percezione corporea e un coordinamento dei quattro arti sull’asse.
  • Sviluppare, attraverso l’imitazione, competenze e strategie di coping e problem solving

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA’

I bambini/ragazzi saranno seguiti da uno staff a loro dedicato con formazione specialistica:

“Tutor di sala”, figura ricoperta da psicologi e/o  terapistimaestri di scherma qualificati e certificati.

Le “lezioni” inizieranno accogliendo i ragazzi disabili in sala presso l’Accademia, accompagnati da operatori sociali e/o dai genitori, mostrando loro i materiali, le attrezzature che verranno utilizzate. Il tutto  in presenza di altri ragazzi che opportunamente scelti e posizionati, possano indurre i soggetti alla prova e stimolare la loro curiosità ed emulazione di quello che stanno vedendo.

Appena superato il primo step si inizierà con un allenamento leggero con esercizi di coordinazione  e lezioni di scherma con i fioretti di plastica, per poi passare alle “armi convenzionali”.

1581526834339523 img 20200110 wa0008

Come verranno utilizzati i fondi

Formazione specifica dello staff dedicato ai ragazzi disabili.

Acquisto di attrezzature da utilizzare durante il corso ed offrirle ai ragazzi: armi in plastica e di metallo, divise protettive, materiale elettrico e maschere per consentire a tutti i ragazzi di poter interagire tra loro in tutta sicurezza.

Spese di comunicazione per rendere noto la partenza e lo stato di avanzamento del progetto.

Spese relative ai gadget da elargire ai sostenitori privati in funzione della quota offerta.

Chi c’è dietro al progetto

L’Accademia Scherma Spoleto A.S.D. opera con questo nome sul territorio di Spoleto dal 2009 e nella Valnerina dal 2011 fino agli eventi del terremoto del centro Italia del 2016. Precedentemente non era costituita come Associazione, ma, in realtà,  è fin dagli anni ’70 che a Spoleto,  con diverse denominazioni,  era  presente un gruppo di maestri e tecnici che promuovevano la Scherma nelle tre armi a tutti gli appassionati, coinvolgendo dai più piccoli, fino all’età adulta, ricoprendo tutte le categorie presenti in questa disciplina e partecipando a gare nazionali di categoria con importanti risultati.

1581527534632863  eff6572

Extra traguardo

Tutti i fondi in più rispetto al target necessario saranno utilizzati per potenziare l’offerta a ragazzi affetti da disabilità e predisporre per l’ attività paralimpica della disciplina con l’acquisto di carrozzine materiali tecnici .

PER EFFETTUARE DONAZIONE CLICCARE SUL LINK:

https://progetti.ognisportoltre.it/projects/679-giu-la-maschera-si-sale-in-pedana-come-nella-vita